Home | Mission e politica | Struttura | Organizzazione | Reparti | Info | Job | Contatti | Dove siamo | Convenzioni | Organismo di Vigilanza
Cardiologia

Glossario - lettera I


Attenzione: qualsiasi informazione, immagine o notizia riportata da questo sito viene presentata a titolo puramente indicativo e generale e non deve in nessun caso essere considerata completa o esaustiva. Essa non rappresenta un consulto medico e quindi non sostituisce mai, in nessun caso, la consulenza del vostro medico curante relativamente al vostro stato di salute personale.

ICTUS (STROKE) ICTUS (STROKE)
Se un vaso arterioso che irrora l'encefalo si chiude, le cellule nervose a valle muoiono per mancanza di ossigeno (stroke ischemico). Le cellule cerebrali possono morire anche in seguito ad una emorragia di un vaso intracerebrale (stroke emorragico). La necrosi (morte) di tessuto cerebrale provoca danni neurologici funzionali come paresi, plegie, spasmi ed anestesie. Lo stroke costituisce un'emergenza medica quanto e forse più di un attacco cardiaco; all'insorgere dei sintomi, va immediatamente richiesta assistenza sanitaria. Le possibilità di sopravvivenza e di recupero completo della funzionalità neurologica sono proporzionali alla rapidità dell'intervento medico. La diagnosi clinica è suggerita da segni neurologici come le suddette plegie, paresi, ma anche da altri meno specifici come debolezza muscolare, disturbi della favella e della visione, dolori alla testa. La diagnosi va completata con esami strumentali come la TAC o la RMN e con approfondimenti cardiovascolari (ricerca di aritmie cardiache, di coronaropatie, di valvulopatie e di vasculopatie carotidee)

ICTUS, ASSISTENZA ICTUS, ASSISTENZA
I soggetti che hanno avuto uno stroke necessitano di particolare assistenza anche per operazioni quotidiane semplici come vestirsi o lavarsi. È un impegno che coinvolge tutto il gruppo familiare, mutandone radicalmente le abitudini di vita

IDROGENAZIONE IDROGENAZIONE
Processo che trasforma gli oli liquidi in grassi solidi, producendo acidi grassi che, assunti con la dieta, aumentano i valori plasmatici di colesterolo

IMAGING COMPUTERIZZATO IMAGING COMPUTERIZZATO
Insieme di tecniche di diagnostica per immagini che si avvalgono dell'elaborazione elettronica dei dati strumentali TAC (tomografia assiale computerizzata), tomografia computerizzata ultraveloce, PET (tomografia ad emissione positronica), SPECT (tomografia computerizzata ad emissione di singolo fotone), RMN (risonanza magnetica nucleare)

INTEGRAZIONE VITAMINICA INTEGRAZIONE VITAMINICA
Non è consigliabile se una dieta adeguata è in grado di fornire un apporto sufficiente; ulteriori supplementi vitaminici non sembrano offrire ulteriori benefici, anzi risultano talvolta tossici

IPERCOLESTEROLEMIA IPERCOLESTEROLEMIA
Elevati valori plasmatici di colesterolo

IPERLIPIDEMIA IPERLIPIDEMIA
Elevati valori plasmatici di lipidi (colesterolo, esteri del colesterolo, trigliceridi) che vengono convogliati nel sangue in composti chiamati lipoproteine

IPERLIPIDEMIA INFANTILE IPERLIPIDEMIA INFANTILE
1 bambino su 500 è portatore di almeno un gene, difettoso, che può portare all'ipecolesterolemia familiare. La dieta spesso può essere sufficiente a controllare i casi eterozigoti della malattia, altre volte può essere necessaria la terapia farmacologica; i soggetti omozigoti vanno invece attentamente seguiti poiché possono sviluppare aterosclerosi già in età adolescenziale

IPERTENSIONE ARTERIOSA IPERTENSIONE ARTERIOSA
Valori di pressione sistolica superiori a 140 mmHg e di diastolica superiori a 90 mmHg. L'ipertensione arteriosa costituisce un fattore di rischio per coronaropatie e stroke.

IPERTENSIONE ARTERIOSA INFANTILE IPERTENSIONE ARTERIOSA INFANTILE
Seppur raramente, l'ipertensione può interessare anche i bambini perfino in tenera età; generalmente la patologia è secondaria ad altre malattie, specie renali

IPERTENSIONE ARTERIOSA, TERAPIA IPERTENSIONE ARTERIOSA, TERAPIA
Prevede cambiamenti della dieta, dello stile di vita ed eventualmente farmaci anti-ipertensivi (ACE-inibitori, calcio-antagonisti, sartanici, beta-bloccanti, diuretici...)

IPERTENSIONE POLMONARE IPERTENSIONE POLMONARE
Patologia caratterizzata da elevati valori della pressione nelle arterie polmonari

IPOTENSIONE IPOTENSIONE
Valori di pressione arteriosa inferiori ai normali; non è da considerarsi patologica se non è sintomatica (vertigini, lipotimie)

ISCHEMIA ISCHEMIA
Sofferenza tissutale da carenza di ossigeno, nutrienti e da accumulo di cataboliti a valle di un vaso ristretto (stenotico) o occluso

ISCHEMIA SILENTE ISCHEMIA SILENTE
Non sempre l'ischemia cardiaca è accompagnata da dolore, specie nei diabetici. L'ischemia viene documentata così solo strumentalmente

 
Prenota online le visite specialistiche e tutte le prestazioni ambulatoriali.
Montevergine
GLOSSARIO MEDICO

AMontevergine BMontevergine CMontevergine DMontevergine EMontevergine FMontevergine GMontevergine
Montevergine
HMontevergine IMontevergine JMontevergine KMontevergine LMontevergine MMontevergine NMontevergine
Montevergine
OMontevergine PMontevergine QMontevergine RMontevergine SMontevergine TMontevergine UMontevergine
Montevergine
VMontevergine WMontevergine XMontevergine YMontevergine ZMontevergine Montevergine Montevergine
Montevergine

Chirurgia cardiovascolare
Angioplastica
CASA DI CURA MONTEVERGINE - SITEMAP

 


Coronarografia
Infarto
Montevergine
Home |  Mission |  Rischio clinico |  Ricerca |  Info |  Job |  Contatti |  Dove siamo |  Privacy policy |  Manuale privacy |  Codice etico |  Assicurazioni e convenzioni


© 2009/2019 - Casa di Cura Privata Montevergine S.p.A. - Tutti i diritti riservati
Via Mario Malzoni - 83013 - Mercogliano (AV) - Cod. Fisc. e P.IVA 00110550647 - Capitale Sociale Euro 805.584 i.v.
Società  soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Gruppo Villa Maria S.p.A. -  P.I.00423510395


Web design: Solvendo - informatica, software - Avellino

Certificato BVQI del 02/02/07 n. 209137 - certificazione ISO 9001:2000

Scompenso cardiaco